Alcolisti Anonimi

sito non ufficiale

 
   
     
che cos'è l'alcolismo?

L'alcolismo è riconosciuto come uno dei più gravi problemi della salute pubblica. Negli Stati Uniti è al terzo posto per mortalità dopo le malattie cardiache e il cancro e inoltre non danneggia soltanto l'alcolista; altre persone vengono colpite dai suoi effetti in casa sul lavoro, sulla strada. Questa malattia costa alla comunità miliardi ogni anno. Per questi motivi, anche nel caso non diventiate mai alcolisti voi stessi, l'alcolismo può comunque entrare nella vostra vita. Noi abbiamo imparato moltissimo su come identificare e arrestare questa malattia ma, per ora, nessuno ha ancora scoperto un mezzo per prevenirla, dato che nessuno sa esattamente "perché", a un certo punto, alcuni bevitori si trasformino in alcolisti. I medici e gli uomini di scienza esperti nel campo non si trovano d'accordo sulla causa (o sulle cause) dell'alcolismo.
Per questa ragione A.A. si concentra sulla possibilità di aiutare quelle persone che sono già alcoliste, affinché esse smettano di bere e imparino a vivere una vita normale e felice senza l'alcol.
 

 

Sia l'American Medical Association che la British Medical Association, le principali organizzazioni mediche degli Stati Uniti e della Gran Bretagna e l'Organizzazione Mondiale della Sanità hanno definito l'alcolismo una malattia.

Noi crediamo che l'alcolista non possa controllare il suo modo di bere perché egli è ammalato fisicamente e mentalmente (o emotivamente). Se l'alcolista non smette di bere, la sua malattia, in quasi tutti i casi, si aggrava sempre più.
 

 

Il Congresso mondiale della Sanità nel 1956 ha definito l'alcolismo: una malattia progressiva, inguaribile, mortale; dunque l'alcolismo non è un vizio, non c'è niente da vergognarsi. Si vergogna un diabetico di non poter mangiare zucchero o un iperteso di dover evitare il sale?

L'alcolismo è una malattia da curare con il metodo giusto. A.A. in Italia è operante da più di vent'anni ma è poco conosciuta. Tuttavia sempre più spesso i medici, che cominciano a sapere di noi e con i quali abbiamo ottimi rapporti, ci mandano i loro pazienti che non riescono a smettere di bere.  
 
In molti ospedali si stanno aprendo i Gruppi di A.A: o si stabiliscono rapporti di collaborazione continuativa.
A.A.: (che è nata negli U.S.A. nel 1935) ha trovato il metodo per aiutarsi a smettere di bere. Non ti resta che provare, non ti costa nulla, soltanto uno sforzo psicologico: riconoscere di avere un problema con l'alcol e partecipare a una riunione di Alcolisti Anonimi. Prova a telefonare prima di venire, di parlare con qualcuno. Potrai esporre i tuoi dubbi e le tue perplessità, potrai chiedere altre informazioni.
Per telefono, o a viva voce, forse è ancora più facile. Ti chiederemo solo il tuo nome di battesimo.  
 

Letteratura approvata dalla Conferenza dei Servizi Generali Italiani, 1996